Neve su Capri come a Cortina? Merito della Val di Sole
di Valentina Venturi
Neve su Capri grazie al gemellaggio con la Val di Sole
È Capri, eppure sembra di essere a Cortina. Contro qualsiasi previsione meteorologica, pochi giorni fa è caduta la neve sulla celebre piazzetta Umberto I, imbiancandola. Il miracolo è stato possibile grazie alla festa dell'accensione delle luminarie natalizie dell'albero ecologico di Natale e sugli storici edifici circostanti. Ma soprattutto grazie al gemellaggio con la Val di Sole. 
 
 


Le due località turistiche, geograficamente distanti, sono gemellate ormai da 19 anni: questa unione ha permesso che accadesse l'impensabile, che a Capri si "abbattesse" una nevicata artificiale. Il merito è dei cannoni sparaneve che di solito vengono utilizzati dai responsabili delle piste da sci della Val di Sole, per assicurare piste perfette ai turisti. A suggellare l'arrivo delle festività natalizie, la nevicata è stata arricchita da piatti a base di polenta, crauti e luganega.

Merito di alcuni ragazzi del Centro di Formazione Professionale Trentino Enaip di Ossana, che coordinati dallo chef docente Alessandro Saiu, hanno proposto un menù con specialità gastronomiche delle valli montane. Un supporto tecnico-culinario è giunto anche dagli allievi dell’Istituto Alberghiero di Capri “Ipsar Axel Munthe”, scuola da diversi anni impegnata nell'incontro pratico di ricette e piatti tipici con l’omologo ente trentino. Il tutto condito a suon di tipica musica trentina e tarantella. 
 
DIVENTA FAN DI LEGGO
Neve su Capri grazie al gemellaggio con la Val di Sole
Planisfero
Fotogallery