Naturismo, arriva l’Airbnb per chi ama le vacanze senza veli
di Sabrina Quartieri
Nudisti in spiaggia (fonte NaturistBnB)
Dimenticare i vestiti a casa e partire per una vacanza in cui coprirsi diventa un optional e la tintarella integrale una garanzia. La fuga ideale per ogni naturista da oggi risulta più facile da programmare, grazie a una soluzione che arriva dal web. Cliccando il sito www.naturistbnb.com, si aprirà infatti una vetrina di prenotazione online di strutture pensate proprio per chi ama mostrare le grazie senza veli né imbarazzi. Come si legge su The Sun, ad inventare il portale di alloggi “clothes free” sono stati Petri e Minna Karjalainen, una coppia di Helsinki quasi 50enne.

LEGGI ANCHE: Spiagge naturiste, la top 10 nel mondo (anche a settembre)

I due inizialmente si erano iscritti ad Airbnb, per offrire la propria abitazione a clienti nudisti. Ma poi avevano desistito, «perché il famoso sito di prenotazione - spiegano i naturisti finlandesi - non incoraggiava affatto questo tipo di turismo». Così, è arrivata la decisione di aprire una pagina web che contenesse resort, cottage, case, stanze o ville disposti ad accogliere clienti senza veli. Come racconta Petri alla CNN, «penso che sia davvero una grande opportunità andare in vacanza in posti in cui le persone la pensano come te». Già attivo da due mesi, il sito offre diverse soluzioni alloggiative in molte parti del mondo, come nel Sud della Francia, in Spagna, nei Paesi Bassi, in Canada, negli Stati Uniti, in Inghilterra, in Galles e anche in Italia.

Nel Belpaese, ad esempio, è possibile riservare una stanza con sauna a Firenze, una villa ad Assisi, una camera condivisa a Fiumicino - vicino Roma - e anche un trullo ad Alberobello. Ancora, riguardo le mete estere, si può optare per un cottage in Francia, una villa nella Repubblica Dominicana o una baita in Galles. Il sito “NaturistBnB” suggerisce poi una serie di regole da seguire durante il soggiorno. Tra queste, ai clienti si raccomanda di portare sempre con sé un telo per quando ci si siede o ci si sdraia, e di fissare negli occhi il proprio interlocutore. «Perché – come si legge nel portale – un ambiente naturista deve rimanere sicuro. Posando lo sguardo sulle parti intime altrui, si potrebbe essere considerati dei pervertiti». 
DIVENTA FAN DI LEGGO
Planisfero
Fotogallery