Ecco le città più brutte del mondo: una classifica discutibile
di Luisa Mosello
Pyongyang con il Ryugyong Hotel
La classifica contro corrente. Dopo le città più vivibili e le più sicure al mondo ecco le più brutte del pianeta. La hit parade del peggio metropolitano arriva dal Cities Journal che ha stilato un elenco dei posti meno attraenti della terra. Ma sarà vero? O meglio è davvero possibile che un luogo non abbia proprio niente di bello? Magari proprio una classifica di questo tipo può dare il la a un viaggio insolito e "capovolto".

Perché no, a caccia delle bellezze (molto) nascoste e dei particolari più segreti di angoli non tanto apprezzati. Il campione analizzato tiene conto di quelle città che hanno un aspetto per così dire "discutibile" per colpa di scelte amministrative sbagliate in materia di architettura, di gusti estetici un po' miopi o soltanto di incuria e grigiore. Ecco le prime cinque classificate. Potrebbe essere una sfida comunque interessante visitarle ed esplorarle a fondo. Sul podio, le prime due sono americane.


1) DETROIT
Detta anche Ghost Town, ovvero città fantasma, si trova nel Michigan. É stata dichiarata in fallimento nel 2013. Decenni di cattiva gestione hanno costretto i proprietari di case e di aziende ad abbandonarla. Si vedono spesso ruspe intente a smantellare interi palazzi disabitati. Una specie di terra di nessuno che ha comunque un suo fascino immortalato da molti fotografi in cerca di ispirazione.

2) PORTLAND
É nell'Oregon, nel cuore dell'America, e propone solo quartieri di struttura industriale, grigi e senza anima. Non aiuta poi il Portland Building che, anche se é stato più volte ristrutturato, é un esempio di rottura degli schemi ma soprattutto degli equilibri visivi ed estetici.

3) BRUXELLES
La città belga, emblema dell'Unione Europea, più che brutta (il centro anche se piccolissimo non lo é affatto) é considerata noiosa. E ha al suo passivo il problema del traffico, tra i più congestionati d’Europa. Secondo una stima recente, sembra che il Belgio sprechi il 2% del Pil a causa dei ritardi dovuti proprio alle strade trafficate.

4) PYONGYANG
Capitale della Corea del Nord, ha un tipo di urbanistica tutt'altro che razionale. Edifici che sembrano essere arrivati lì per caso come le grandi strade che non portano da nessuna parte. E poi c’è il Ryugyong Hotel, meglio noto come “la peggior costruzione nella storia dell’umanità”.

5) BRISBANE
É in Australia, Paese che nell'ultima classifica stilata dall'Economist, ha conquistato ben quattro posti nella top ten delle città più vivibili al mondo con Melbourne sul podio. Anche qui c'é una pecora nera. Anzi, marrone come il colore del fiume che la attraversa lungo una serie di uffici dall'architettura un po' spenta e senza identità.
DIVENTA FAN DI LEGGO
Ecco le citta' piu' brutte del mondo: una classifica discutibile
Planisfero
Fotogallery