Olanda: a Zaanse Schans, tra mulini a vento e zoccoli di legno
di Francesca Spanò
Un colpo d’occhio. Questo è Zaanse Schans, centro turistico della regione olandese di Zaan, con il suo fascino pittoresco nonostante sia sempre carico di visitatori. 40 graziose casette dai colori scuri e mulini a vento in quantità rendono la zona simile ad un villaggio d’altri tempi, dove comprare una abitazione oggi è molto difficile e, ovviamente, richiederebbe un grande esborso economico.





Un vero e proprio museo a cielo aperto in Olanda, a nord-est di Amsterdam, dove passeggiare e godere dei silenzi della natura, completato dall’armonioso contesto di abitazioni ad un piano e giardini ben curati. Qua è là ci sono botteghe, antichi centri per la lavorazione del grano e non manca la possibilità di vedere ancora come vengono utilizzati i mulini. La sua nascita è recente, risale al 1960 e quando sull’area soffia il vento, si possono notare le pale in movimento e la lavorazione può procedere a pieno ritmo. Prodotti come oli, vernici e senape sono in vendita e possono essere acquistati durante la visita.



All’arrivo, i turisti possono fermarsi nei ristoranti della zona, tutti molto buoni, o dare una occhiata al negozio-fabbrica dei tipici zoccoli olandesi. In questo senso, è possibile sceglierne la misura, i colori e il tipo ma i prezzi, ovviamente, non sono proprio bassi anche perché si tratta di prodotti artigianali originali. Nella stessa struttura si trovano, comunque, pure altri piccoli souvenir per qualche ricordino da portare ai propri cari. Si trova dentro al magazzino "Pakhuis De Vrede" risalente al 1750. Un tempo sorgeva a Westzaan ed era un deposito per cereali e tabacco da fiuto.



Riprendendo il giro, impossibile non innamorarsi delle deliziose casette che si incontrano, spesso divise da piccoli ponti in legno attraversati da corsi d’acqua che vanno verso il fiume Zaan. Sono tutte in legno e c’è un motivo: se fossero state realizzate in pietra, certamente avrebbero rischiato di affondare nel terreno di torba. Quando sono state costruite, la produzione di tale materiale era affidata proprio ai locali mulini a vento.



Tra i piccoli edifici da non perdere, ci sono il primo negozio Albert Heijn’s che risale al 1887, un Museo del pane e un caseificio. Per scoprire il meglio sulla storia della regione, fate una puntatina alloZaans Museum e per chiudere in bellezza, se la giornata lo consente, potete scegliere di navigare su delle piccole e tipiche imbarcazioni.



Orari di apertura di Zaanse Schans



Tutti i giorni dalle 9 alle 17. La fabbrica degli zoccoli, invece, si può visitare in orari diversi a seconda dei mesi.Per quanto riguarda i mezzi di trasporto, infine, dalla stazione centrale di Amsterdam si può prendere il treno locale con destinazione Uitgeest. Si prosegue poi per Koog-Zaandijk. Il viaggio dura venti minuti e da qui sono dieci a piedi verso la destinazione.

DIVENTA FAN DI LEGGO
Olanda, Zaanse Schans: nel cuore della tradizione
Planisfero
Fotogallery