Dal Marocco alla Finlandia: 10 mete last minute per le vacanze di Pasqua
di Sabrina Quartieri
Vilnius (Lituania)
Città d’arte insolite, lunghe piste innevate, mete trendy dal sapore d’Oriente, ma anche mini crociere in barca a vela per godere i primi assaggi di sole e mare. Per chi pianifica una fuga per le vacanze di Pasqua, sono tante le destinazioni fuori dall'Italia da raggiungere per il lungo weekend di primavera che, quest’anno, cade intorno a domenica primo aprile e si estende fino al lunedì di Pasquetta. Ecco allora dieci mete estere da non perdere, facilmente raggiungibili e ideali per spezzare la routine, approfittando delle prossime festività.
 
 

In Lituania, il Paese dell’ambra: è la destinazione perfetta per una vacanza pasquale. Il Paese infatti, quest'anno, celebra i cento anni della sua indipendenza. La sua capitale Vilnius, inoltre, è raggiungibile in circa due ore di volo. Comoda da girare a piedi o in bicicletta, la città è un concentrato armonioso di architettura gotica, rinascimentale, barocca e neoclassica. Tra chiese, campanili e eleganti palazzi, il centro storico nel 1994 è stato inserito tra i siti Patrimonio dell’Umanità Unesco. Nel tour, da non perdere il ghetto ebraico per i ristorantini e le boutique alla moda, e il quartiere di Uzupis, anche detto la Repubblica “indipendente” degli artisti. Tra le novità a Vilnius, ci sono il NonMuseum per un viaggio 3D attraverso i 700 anni di storia della città, e le attrazioni “impossibili” del Museo delle Illusioni. Per gli amanti dello shopping, si può andare a caccia di ambra, lino e delle tantissime uova dipinte tipiche pasquali. Dalla capitale, si raggiungono la città medievale di Trakai e Kaunas, interessante per la sua architettura modernista. Per informazioni: www.lithuania.travel. Per un soggiorno di tre notti (dal 30 marzo al 2 aprile) presso l'hotel Amberton 4 stelle a Vilnius (in pieno centro) con voli diretti da Roma il costo è di 269 euro a persona. 
 
Tappa a Helsinki, tra design e palazzi in stile Art Nouveau: la sua atmosfera rilassata di città di mare fa da sottofondo a un interessante tour all’insegna del design, dell’architettura e dello shopping. Influenzata dal Classicismo e dal Funzionalismo, la capitale della Finlandia è nota in tutto il mondo per gli edifici Art Nouveau. Simbolo ne è il Teatro nazionale finlandese, realizzato in granito grigio di provenienza locale e tegole rosse. Imperdibili, poi, la stazione ferroviaria progettata da Eliel Saarinen, massimo esponente del movimento romantico nazionale, e il Museo nazionale, con il suo splendido ingresso affrescato. Per ammirare i palazzi residenziali in stile Art Nouveau, l’ideale è addentrarsi nei quartieri di Katajanokka, Kruunuhaka ed Eira.  Ancora, vale la pena raggiungere Kallio, l’ex zona abitata della classe operaia, ricca oggi di boutique e cafè; ancora, fare visita al museo a misura di bambino che affaccia sull’Helsinki Senate Square, fermarsi al ristorante tipico finlandese “Ravintola Savotta” e, in centro, entrare nella Kamppi chapel, l’affascinante cappella del silenzio. Consigliatissimo, infine, il City Sauna Tour (happyguidehelsinki@gmail.com). Tariffe: al Radisson Blu Plaza Hotel il prezzo per tre notti in doppia è di 358 euro; il volo a/r Finnair da Milano o Roma parte da 231 euro.
 
Weekend lungo a Utrecht, il cuore pulsante dei Paesi Bassi: la vivace città olandese ha un centro ricco di architettura, cultura e occasioni per lo shopping. È situata a 30 minuti di treno dall’aeroporto di Amsterdam Schiphol e sorge nelle vicinanze dei principali centri turistici del Paese. A Utrecht c’è molto da scoprire, tra chiese, pontili medievali e la magnifica Torre del Duomo, la più alta dell'Olanda, simbolo della città universitaria. Appena fuori dal centro poi, ci sono fortezze e possenti castelli. Per gli amanti dell’architettura moderna, le tappe da non perdere sono il campus universitario De Uithof, dominato da opere di design, e la Rietveld Schröderhuis: il retro del municipio mette in mostra interessanti contrasti architettonici. Qui, vale la pena visitare la casa più piccola di Utrecht. Il tour più consigliato va dal chiostro del Duomo agli street market, dalla grande collezione di orologi musicali a “The Dutch Railway Museum”, il museo delle Ferrovie olandesi; ancora, dal Museo degli organetti da strada al Birrificio Maximus, dal giro in barca lungo i canali alla passeggiata tra i vicoli del quartiere multietnico Lombok district, fino al viaggio notturno “Trajectum Lumen”, tra giochi di luce. Per informazioni: www.visit-utrecht.com. Per dormire, si può optare per il lussuoso Mary K Hotel (145 euro a notte in doppia) o per lo Star Lodge Hotel (100 euro). Il volo a/r Roma-Amsterdam con Vueling costa circa 170 euro.
 
In vacanza a Bruges, la città fiamminga senza tempo: un mondo fiabesco fatto di canali, dell’odore dolce della cioccolata e delle meraviglie medievali che si susseguono angolo dopo angolo. Siamo a Bruges, a poco più di un’ora di treno da Bruxelles. Nella perla delle Fiandre, fin da subito ci si sente attratti dalla brulicante Piazza del Mercato, circondata dagli edifici delle gilde con le loro sontuose facciate. Un luogo che si estende all'ombra dell'impressionante torre del Belfort. Dall'altro lato della piazza si trova l'Historium Bruges, dove si torna indietro nel tempo fino al XV secolo. Dopo una sosta nel Birrificio Bourgogne des Flandres, la visita d’obbligo è al Museo Groeninge, dove sono esposte le opere dei Primitivi Fiamminghi. Qui viene custodito il capolavoro di Van Eyck, la “Madonna con il canonico Van der Paele”. Ancora, da non perdere il Museo Memling con l'incredibile “Reliquiario di Sant'Orsola”. Per rilassarsi invece, si va al De Proeverie Chocolaterie Sukerbuyc. E per chi si innamora di Bruges, tanto da volerci ritornare, l’appuntamento più importante del 2018 è con la Triennale, in programma dal 5 maggio al 16 settembre prossimi. Tariffe: volo da Roma Fiumicino a Bruxelles a/r con Brussels Airlines: 216 euro. Per dormire: The Pand Hotel (da 149 euro) o il Prinsenhof, con minimo di due notti: da 240 euro.

Nel Tirolo austriaco tra snowboard, sci e carving: oltre 300 chilometri di piste innevate collegate tra loro, 88 impianti di risalita e incredibili parchi divertimento per sport adrenalinici. Destinazione invernale di prestigio e quinto comprensorio al mondo per estensione, l’Arlberg è la più grande area sciistica dell’Austria e si estende tra il Tirolo e il Vorarlberg. Una sola destinazione che comprende cinque paesi: il mondano Lech, l’esclusivo Zürs e, ancora, Stuben, ideale per le famiglie, St. Christoph, dove è stata scritta la storia dello sci e St. Anton, la culla dell’alpinismo. Già dal 2016, l'impianto Flexenbahn collega Zürs con Stuben/Alpe Rauz. Le sue cabine da dieci persone dispongono di sedili riscaldati e offrono una vista splendida sulle cime dell'Ochsenboden. Per raggiungere i versanti più inaccessibili, Zürs offre l'unica base per heliski di tutta l'Austria. Accompagnati da guide esperte, gli sciatori potranno così intraprendere discese fuoripista in siti spettacolari. Grande attenzione, inoltre, viene data all’ospitalità, tra servizi eccellenti e proposte enogastronomiche ispirate alla tradizione. L’Arlberg si raggiunge in treno da Monaco, Innsbruck e da Zurigo (il biglietto dalla città svizzera costa poco più di 50 euro e il viaggio dura circa due ore). Una speciale proposta pasquale, abbinata al festival musicale “Tanzcafé Arlberg”, prevede l'arrivo il 31 marzo, tre notti in una struttura a scelta, l'ingresso ai concerti e lo skipass al costo di 360 euro a persona.

Notti romantiche nella svizzera Val Roseg: un viaggio dal sapore tutto particolare, a bordo del Trenino rosso del Bernina, che si arrampica fino a quota 2.253 metri per riscendere fino a Pontresina, a pochi chilometri dal fervore turistico e mondano di St. Moritz. Da qui, il percorso in terra svizzera prosegue per sette chilometri su eleganti carrozze trainate dai cavalli nella pittoresca valle dove la natura sembra ancora intatta. Durane la gita, si possono avvicinare facilmente gli animali tipici di queste montagne, come camosci, cervi, caprioli, scoiattoli, marmotte (ma meglio se nella stagione calda) e, con molta fortuna, anche la volpe. All’arrivo, il panorama è mozzafiato, con il ghiacciaio Roseg che si mostra nella sua maestosità e l’imponente massiccio del Bernina che si svela agli occhi dei visitatori. La quota a persona è di 230 euro e prevede: il biglietto di II classe Tirano-St.Moritz e ritorno con il Trenino Rosso del Bernina, il giro in carrozza/slitta trainata dai cavalli da Pontresina alla Val Roseg e rientro; un pernottamento in un caratteristico hotel di montagna, con colazione e cena (menu fisso di tre portate bevande escluse). Per raggiungere Tirano da Roma, con cambio a Milano, si impiegano sei ore. Prezzo a partire da 50 euro a tratta.

La Costa Azzurra in barca a vela: destinazione glamour e di charme, questo angolo di terra francese è ideale da esplorare via mare. Soprattutto a Pasqua, considerata uno dei periodi migliori per gli avvistamenti nel “Santuario dei cetacei”: tra le tappe della mini-crociera di cinque giorni che parte da Marina degli Aregai, vicino Imperia, sono incluse: Menton, Monaco, Villefranche e le sue caratteristiche baiette, le isole Lerins a largo di Cannes con i loro scenari unici, e Saint Tropez. I piccoli gioielli delle Lerins, circondati da acque cristalline, sono un incredibile parco naturale: l’unico modo per esplorarli è fare un giro a piedi. Su queste isole inoltre, si incontreranno diversi monaci residenti, produttori di vino e di altre prelibatezze locali. Dopo la notte in rada o nel porto di Cannes, la navigazione continua verso Saint Tropez, costeggiando le scogliere rossastre di questo spettacolare tratto di Francia. Tappa successiva e finale, prima di tornare verso casa: Antibes. La partenza è prevista il 29 marzo alle ore 18 e il rientro il 3 aprile. La piccola crociera in barca a vela viene proposta dal tour operator Viaggia con Carlo. Prezzo in cabina singola: 750 euro; in doppia: 450 euro a persona (con bagno privato: 600 euro).
 
In Portogallo da Lisbona a Fatima: la capitale, ma anche Sintra, Obidos, Nazarè, Alcobaça, Batalha e Fatima, per un viaggio breve ma intenso nel Paese dal grande passato marinaro che affaccia sull’oceano. Il tour di cinque giorni e quattro notti comincia da Lisbona, con una visita guidata della città, a partire dal quartiere di Belém, dalla Torre e dal Monumento alle scoperte, per procedere poi verso il Monastero de los Jerónimos, il Parlamento e il parco de Eduardo VII, che regala una vista spettacolare.
 L'itinerario continua nella vicina Sintra, il borgo preferito dai monarchi portoghesi con il suo importante Palacio Nacional; si prosegue poi per la cittadina medievale di Óbidos e il villaggio di pescatori di Nazaré, da dove si gode di uno splendido affaccio sull'Atlantico; si raggiungono infine Alcobaça, importante monastero cistercense e Fàtima, il Santuario Mariano che richiama milioni di pellegrini da tutto il mondo. Il viaggio, con guida parlante italiano, viene proposto dal tour operator Le Vie del Nord con partenza il 31 marzo 2018 e voli operati da Roma e Milano con TAP. I prezzi: in doppia 765 euro a persona; in singola: 985 euro. Con eDreams, il diretto da Roma e un hotel a Lisbona dal 31 marzo al 4 aprile, hanno una tariffa minima di 600 euro.
 
A Fès in Marocco, tra concerie, mederse e una millenaria medina: dichiarata Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1981 e con 1.200 anni di storia, la medina di Fès è composta da più di 9.400 vicoli, 17 porte storiche, 30mila artigiani e 11mila laboratori, e accoglie fino a 45mila turisti ogni anno. L’importante operazione di restauro che recentemente ha interessato la città è stata eseguita grazie al paziente lavoro dei Mâalem (mastri artigiano), considerati tra le più importanti eredità ancestrali di Fès. Tra i 26 siti storici ripristinati, si ricordano il mausoleo Sidi Hrazem del XII secolo, la scuola coranica Seffarine del 1208, le antiche mederse Sbaiyine e Sahrij, i ponti storici Khrachfiyine e Terrafine, le strade di Bab Boujloud, Tallaa Seghira e Saffah, la biblioteca Quaraouiyine, recentemente aperta al pubblico, e le affascinanti concerie di Ain Azliten, Sidi Moussa e Chouara. Tra i ristoranti, si consigliano il riad Maison Bleue, il Palais Amani e il Palais Mnebhi, monumento storico del Marocco, perché è qui che fu firmato il trattato di protettorato con la Francia. Il Café clock è il posto giusto per assaggiare un po’ di vivacità locale. Fès è raggiungibile in poco più di tre ore dall’Italia. Il costo di tre nottti in riad (Dar Bensouda) e del volo a/r AirArabia Roma-Fès, è di circa 375 euro. Da Ciampino il diretto AirArabia bisettimanale parte da 59 euro. Per informazioni: www.visitmorocco.com
 
In Qatar, la destinazione più trendy del Golfo: meta di vacanza emergente del Golfo Arabico, il Paese ha tutti gli ingredienti per rendere speciale un “long weekend” di Pasqua. Lungo la Corniche di Doha, la capitale, si può ammirare un panorama da cartolina con i suoi avveniristici grattacieli riflessi nella baia della città, mentre nel Souq Waqif, il cuore autentico della località, caratterizzato da stretti vicoli con botteghe, negozi, bar e ristoranti, ci si immerge nell’artigianato locale. Una visita a Doha non è completa senza un tour nel celebre MIA-Museo di Arte Islamica progettato dal celebre architetto IM Pei. E per chi ha voglia di avventura, l'ideale è prenotare un “jeep safari” sulle dune del deserto fino all’Inland Sea, il “Mare Interno”: a circa 60 chilometri dalla capitale, nell’angolo sud-est del Paese, questa spettacolare riserva naturale dove le acque si insinuano nel deserto, è stata riconosciuta Patrimonio dell’Umanità Unesco. Per quanto riguarda i costi di un viaggio con partenza il 30 marzo e rientro il 3 aprile 2018, su eDreams le offerte partono da 1.164 euro a persona inclusi i voli di linea da e per l’Italia con Qatar Airways, e pernottamento presso uno dei Souq Waqif Boutique Hotel, strutture di charme nella medina. Per maggiori informazioni: www.VisitQatar.qa.
DIVENTA FAN DI LEGGO
Dal Marocco alla Finlandia: 10 mete last minute per le vacanze di Pasqua
Planisfero
Fotogallery